Siae

SIAE

Società Italiana Autori ed Editori

Domande e risposte

Durante il mio pranzo di nozze, nel ristorante, vorrei ascoltare della musica. Devo pagare la SIAE?

Si, perché l’esecuzione avviene in luogo pubblico e tu sei l’organizzatore dell’evento, quindi devi, per legge, assolvere in prima persona. Dal sito www.siae.it: I compensi dovuti per l’utilizzazione di brani musicali nel corso di feste private (matrimoni, battesimi, compleanni ecc.) sono differenziati a seconda che il trattenimento avvenga con o senza festa da ballo. Gli importi sono calcolati in misura forfetaria in base al numero degli invitati e della categoria del locale dove avviene il ricevimento.

Cosa devo fare per essere in regola?

Devi fare il permesso all’ufficio SIAE e consegnare il “BORDERO'” (foglio che ti danno alla SIAE per descrivere i brani che verranno suonati durante e dopo la cerimonia) a chi eseguirà la musica, il quale lo compilerà e te lo restituirà firmato. Tu dovrai farlo riavere alla SIAE.

Quanto costa un permesso per una festa?

In caso l’organizzatore non abbia introiti di alcun genere, e quindi lo spettacolo sia effettivamente gratuito, vengono applicati compensi minimi in cifra fissa, a seconda della capienza del luogo di spettacolo o dell’affluenza del pubblico.

Di media un permesso per una festa NON a scopo di lucro, con un numero di invitati dai 50 ai 150, costa dai 70 ai 150 Euro, mentre per un matrimonio la “musica” cambia.

Indicativamente si può dire che se gli invitati superano le 100 unità ( e dipende dal anche dall’agente SIAE) la cifra varia tra € 250.00 – 450.00, e tenete conto che poi c’é da aggiungere l’ I.V.A. al 22%; qui sotto potete consultare le tabelle del sito ufficiale SIAE;  ad ogni modo per avere le tariffe esatte, contattate l’ufficio di competenza per la zona dove ci sarà la festa Nuziale.

 

COMPENSI

TRATTENIMENTI PRIVATI CON MUSICA SENZA BALLO ——–>SCARICA PDF

TRATTENIMENTI PRIVATI CON MUSICA E BALLO         ———>SCARICA PDF

Lascia un commento